Top Menu

In tema di alimentazione vincono trasparenza, genuinità e sostenibilità

Carrello della spesa

Le tendenze in materia di alimentazione sono oggigiorno molteplici e in evoluzione, spesso sviluppate su correnti di pensiero diverse tra loro, provenienti sia da esperti sia da dilettanti, e diffuse velocemente tramite il Web, principale mezzo di propagazione di queste idee. A prescindere da cosa si decida di mangiare e da quale dieta seguire, sembra, però, che tra tutte le opinioni in merito ci sia un ideale comune, caro al consumatore moderno, ovvero il principio che un’alimentazione debba essere prima di tutto genuina, salutare, in rispetto con natura e ambiente, e soprattutto trasparente.

Cibo e Salute

Su questa tesi si è concentrato, al Meeting di Rimini, il convegno dal titolo: “Cibo e salute: dai superfood ai vegani, dal biologico allo street food”, aperto da Stefano Berni, direttore Generale Consorzio Grana Padano, con queste parole: “Oggi al cibo non si chiede solo di essere buono, ma di essere soprattutto sano e sostenibile. Il consumatore deve essere informato con lealtà e trasparenza rispetto a cosa mette nel carrello della spesa, o a ciò che ordina al ristorante”.

Biologico e affini

È stato osservato come il biologico, quando non frutto di millanterie importate, si stia muovendo in questa direzione. Una strada che comporta certamente un impegno e una spesa economica maggiore, ma nello stesso tempo credibile ed equilibrata. Cosa non sempre altrettanto vera per quanto riguarda tutte quelle tendenze estreme, legate alle mode momentanee. Si tratta, per esempio, di alimentazioni vegane, freegan e fruttariane, ritenute assai meno fondate e sane.

I Super Food

Altro nodo tematico evidenziato è stato quello dei Super Food, ovvero quei prodotti estremamente ricercati considerati super-ricchi di nutrienti e super-benefici per la salute. Questi prodotti del benessere hanno, di fatto, dato nuova linfa alle piccole e medie aziende dell’agroalimentare, in quanto in questo settore non è la marca, bensì la certificazione, a conquistare la fiducia dei consumatori.

Etichettatura trasparente

Quanto appena detto ci porta direttamente a considerare le problematiche relative alla trasparenza dei prodotti e alla necessità di accelerare il percorso di una loro rigorosa etichettatura, basata su strumenti di comunicazione semplici ed efficaci.

Vale la pena ricordare che il principale nemico di una sana alimentazione sono i pasti consumati fuori casa in quanto la scelta degli ingredienti è inevitabilmente lasciata alla ristorazione che, soprattutto nel caso del fast food, per le materie prime, adotta spesso criteri di economicità a discapito della qualità.

Ciò che accomuna il consumatore moderno, in materia di alimentazione, è dunque la ricerca della genuinità, della salubrità, della qualità e della trasparenza e quindi anche il desiderio di difendersi dalle 1000 contraffazioni che inondano il mercato e non giovano né alla nostra salute né alla nostra economia.

BaT

,