Top Menu

Intervista alla sommelier Pinuccia Baroni: titolare della Trattoria Conti

Sommelier Pinuccia Baroni | Trattoria Conti RoncadelleOggi in esclusiva un’intervista gentilmente concessa dalla sommelier AIS Pinuccia Baroni, titolare della Trattoria Conti di Roncadelle, locale molto apprezzato e noto nel bresciano per la cucina a base di pesce e la ricca e variegata cantina.

Pinuccia è realmente l’anima del locale, gestito da più di 20 anni con grande passione. Oggi ci racconta un po’ della sua esperienza (e dei suoi segreti).

Cara Pinuccia, grazie per averci concesso quest’intervista. Per cominciare, puoi dirci come nasce questa passione per il vino?

Certamente! Ho sempre amato i vini, ma la mia passione da un punto di vista professionale è nata con il ristorante. Desideravo dare ai miei clienti qualcosa di più, essere in grado di consigliarli e condividere con loro la bontà e l’eccellenza dei grandi vini. È stata insomma una sinergia tra me e i clienti.

Com’è cambiato il rapporto fra il vino ed il consumatore in questi 20 anni?

È cambiato molto, anche perché è cambiato il vino. Un tempo erano soprattutto Toscana, Piemonte e Lombardia a produrre grandi vini in grandi quantità. L’enologia Italiana ha compiuto passi da gigante e ora quasi ogni regione è in grado di offrire prodotti eccellenti.

Il consumatore è senz’altro più educato rispetto a venti anni fa, più esigente, più esperto. Molti clienti preferiscono accompagnare ogni piatto ad un vino diverso piuttosto che puntare su una singola bottiglia, per scoprire nuovi prodotti e sperimentare abbinamenti inediti.

E com’è cambiata la carta dei vini della Trattoria Conti?

Un tempo avevamo una cantina concentrata sui prodotti del territorio, che sono certamente eccellenti. Ma ora amiamo provare anche cantine sconosciute, emergenti, perché la qualità del vino al giorno d’oggi è talmente alta che ci sono numerosi prodotti degni di interesse.

Come si trova alla Trattoria Conti l’abbinamento ideale fra vino e piatto?

Negli ultimi tempi ci siamo specializzati nella cucina di pesce e la carta dei vini si è ovviamente adattata. Io cerco di trovare il vino giusto per ogni cliente, con un occhio a quello che ha scelto dal menù e un occhio alle sue preferenze.

È sempre stimolante andare alla ricerca del vino giusto. Ovviamente per una ricetta di pesce non potrei consigliare un Brunello, ma non è così scontato che si debba per forza puntare su un bianco. Insomma, c’è grande varietà.

Con un pizzico di Francia, magari…

Assolutamente. Malgrado certe “incomprensioni” fra Italiani e Francesi, è innegabile che la produzione vinicola francese sia eccellente. Dunque, qui ci sono anche parecchi vini francesi.

E quali segreti nasconde la cantina della Trattoria Conti?

Fra quelli che posso rivelare ci sono molti vini storici, etichette con più di 40, 50 anni. Scelte prestigiose e davvero particolari. I grandi toscani, come il Biondi Santi di Montalcino, il Masseto, l’Ornellaia, la Sassicaia, i grandi piemontesi, il Barbaresco, il Barolo. Fra i francesi cito lo Chablis, il Mouton rothschild. Di scelta ce n’è…

Ringraziamo Pinuccia Baroni per la sua disponibilità e chiudiamo l’intervista. Anche perché è ora di pranzo, e a noi è venuta sete…

Trattoria Conti | Roncadelle – Via S. Bernardino, 23
Tel. 030.2072437

BaT

,