Top Menu

Il Giardino Heller, come vedere il mondo intero in un solo giardino

Giardino Heller | Gardone RivieraVi proponiamo oggi un tour nell’affascinante località di Gardone Riviera, protesa sul lago e incastonata fra il dolce paesaggio morenico e il litorale mediterraneo popolato da palme e magnolie. Ma Gardone non si esaurisce nel lungolago: si esprime attraverso il dannunziano Vittoriale, le colline coronate di cipressi, le ville in stile liberty decorate dal capelvenere e i rigogliosi giardini ove zampillanti giochi d’acqua rinfrescano la calura estiva e le verdi fronde.

Proprio uno di questi giardini, il Giardino Heller, merita una visita approfondita. Creato dal medico e naturalista Artur Hruska nel 1910, medico degli zar, dei Savoia e di due papi, il giardino presentava in origine ruscelli e laghetti pullulanti di pesci in un paesaggio dolomitico ricreato in scala.

Nel 1988 fu acquistato dall’artista austriaco André Heller, che volle trasformarlo, arricchendolo, in un centro di coscienza ecologica: allo stato attuale, nei circa 10mila metri quadrati del giardino sono presenti oltre 2000 specie di piante provenienti da tutti i continenti e da tutte le zone climatiche, dalle Alpi all’Hymalaya, dal Mato Grosso alla Nuova Zelanda, dal Giappone all’Australia, al Canada, all’Africa.

André Heller lo definisce “un campionario di regioni del mondo” ove l’affascinante varietà delle piante si sposa armonicamente con le creazioni e le strutture artistiche presenti nel giardino: si incontrano infatti simboli buddisti, tibetani, statue induiste come il Grande Ganesh di Rudolph Hirt, accanto a opere contemporanee di alcuni fra i più grandi artisti della modernità, come Roy Lichtenstein, Keith Haring, Peter Pongratz, Susanne Smoegner, Erwin Novak, Edgar Tezak e lo stesso André Heller.

Ricorrono elementi fantastici, misteriosi e grotteschi, come il Ponte dei Mostri, la rossa Porta Cinese, complessi giochi d’acqua e statue mirabili come l’impressionante Genius Loci, scultura di Heller che simboleggia l’unione fra arte e natura. Questo luogo, allo stesso tempo naturale e soprannaturale, mistico e terreno, è definito non per caso il più sontuoso fra i Giardini dell’Eden.

Il Giardino Heller è aperto al pubblico da Marzo ad Ottobre, tutti i giorni dalle 9 alle 19

BaT

 

,