Top Menu

Del cocomero, non si butta via niente… neppure la buccia!

Buccia di cocomeroIl cocomero

C’è un frutto estivo molto amato, il cocomero, di cui, oltre a mangiare la polpa rossa e dissetante si potrebbe utilizzare anche la buccia. Sarebbe un modo per mettere concretamente in pratica un concetto ultimamente molto in voga: la sostenibilità ambientale, che rifugge da ogni genere si sprechi.

Le proprietà

La buccia del cocomero, possiede numerose proprietà da non sottovalutare e andrebbe quindi salvata dalla spazzatura.

È ricca di vitamine come A, C e B6, e di minerali come zinco, potassio e magnesio. Inoltre, contiene alte quantità di licopene, che è un potente antiossidante capace di proteggere il corpo da numerose malattie. Secondo alcuni studi, il 95% del valore nutrizionale dei cocomeri si trova nella loro buccia.

I benefici

Ottima dopo gli allenamenti. Gli alti livelli di citrullina, un amminoacido di cui hanno bisogno i muscoli per riprendersi dopo l’attività fisica, rendono questa parte del cocomero particolarmente indicata agli sportivi.

Aumenta la libido. La citrullina è anche stimolante, e ha effetti positivi sulla libido.

Promuove una perdita di peso sana. La buccia è ricca di fibra, che fa bene all’intestino e che aiuta a farci perdere peso. Inoltre, è molto diuretica, e aiuta ad espellere i liquidi in eccesso.

Regola la pressione sanguigna. Eliminando l’eccesso di liquidi dall’organismo, le bucce di anguria controllano la pressione sanguigna.

Migliora il sistema urinario. La buccia del cocomero previene le infezioni del tratto urinario.

Se tutto questo non fosse ancora sufficiente, trova posto come ingrediente in alcune ricette di cucina come la buccia di cocomero sottaceto, la confettura di buccia di cocomero o un originale carpaccio di buccia di cocomero.

Ora lo sapete, come per il maiale, anche del cocomero non si butta via niente!

baT

,